logo
didattica ricerca eventi
Papyrotheke
chairein
papirologia digitale
papiri a Parma Isabella Andorlini Giuseppe Botti

 

 

PAPYROTHEKE è una collana eminentemente focalizzata sui numerosi aspetti degli studi papirologici e in generale sulle testimonianze scritte delle civiltà mediterranee classiche e tardoantiche, non disdegnando tematiche storiche e filologiche affini, ma sempre accomunate dall’attenzione alla materialità dei testi e della trasmissione delle conoscenze, nonché i molteplici aspetti della loro digitalizzazione nell’ottica di una sempre maggiore valorizzazione delle Digital Humanities come settore strategico per la sopravvivenza degli studi antichistici.

Il nome è ispirato a un vecchio progetto editoriale della Prof. Isabella Andorlini, che comprendeva una rivista online e i suoi supplementi monografici quali "materiali e pubblicazioni online del Corso di Papirologia di Parma". Della rivista uscì solo il primo numero sperimentale (2010), e dei supplementi solo i volumi Luoghi e strumenti della professione medica antica. La testimonianza dei papiri greci d'Egitto, di Giulia Ghiretti (2010) e Dal Monte Rosa alla Terra dei Faraoni. Giuseppe Botti, una vita per i papiri dell'antico Egitto: l'avventura umana e culturale del primo demotista italiano, di Marco Botti (2010).

Recuperando l'icastica immagine della "teca di papiri" come raccoglitore di libri, la collana PAPYROTHEKE intende ospitare monografie accademiche e divulgative, manuali universitari, miscellanee, atti di convegni, tesi di laurea o di dottorato nelle lingue ufficiali della papirologia: italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo; ogni pubblicazione è sottoposta alla revisione di almeno due membri dell'ampio comitato scientifico inernazionale (peer review).

Direttore di collana

Nicola Reggiani (Università di Parma)

Comitato editoriale

Alex Agnesini (Università di Parma)
Andrea Bernini (Ruprecht-Karls-Universität Heidelberg)
Simone Gibertini (Università di Parma)
Massimo Magnani (Università di Parma)
Gualtiero Rota (Università di Parma)

Coordinamento redazionale e grafico

Alessia Bovo (Università di Parma)

Comitato scientifico

Giuseppina Azzarello (Università di Udine)
Roger S. Bagnall (ISAW New York)
Lajos Berkes (Humboldt-Universität zu Berlin)
Monica Berti (Universität Leipzig)
Lorenzo Calvelli (Università "Ca' Foscari" di Venezia)
Giuseppe G. A. Celano (Universität Leipzig)
Malcolm Choat (Macquarie University)
Raffaella Cribiore (New York University)
Lucio Del Corso (Università di Cassino)
Mark Depauw (K.U. Leuven)
Daniela Fausti (Università di Siena)
Todd M. Hickey (University of California, Berkeley)
Andrea Jördens (Ruprecht-Karls-Universität Heidelberg)
Francesca Maltomini (Università di Firenze)
Daniela Manetti (Università di Firenze)
Arnaldo Marcone (Università di Roma Tre)
Vivian Nutton (University College London)
Rosario Pintaudi (BML Firenze / Università di Messina)
Tanja Pommerening (Johannes-Gutenberg-Universität Mainz)
Fabian Reiter (Alma Mater Studiorum Università di Bologna)
Amneris Roselli (Università di Napoli "L'Orientale")
Alain Touwaide (Institute for the Preservation of Medical Traditions)
Marja Vierros (Helsingin Yliopisto - University of Helsinki)
Rachel Yuen-Collingridge (Macquarie University)

Editore

Athenaeum Edizioni Universitarie di Massimo Soncini (Parma)

International Standard Serial Number (ISSN)

2612-3649

Contatti

Dépliant illustrativo | Instagram / Facebook : @papyrotheke

Per informazioni, acquisti o proposte editoriali: papyrotheke@gmail.com

Volumi pubblicati

1. Papiri, medicina antica e cultura materiale. Contributi in ricordo di Isabella Andorlini, a cura di Nicola Reggiani e Alessia Bovo (novembre 2018, riedizione luglio 2019)

2. Il Papiro Tulli. Un enigma tra egittologia e ufologia, tra esoterismo e complottismo, di Nicola Reggiani (dicembre 2018)

3. La pelle di Epimenide. Una raccolta di scritti oracolari nell'antica Grecia, di Nicola Reggiani (luglio 2019)

4. Una vita per la Papirologia Demotica. Scritti 1921-1968, di Giuseppe Botti, con contributi di Nicola Reggiani e Marco Botti, a cura di Alessia Bovo (ottobre 2019)

5. Papirologia. La cultura scrittoria dell'Egitto greco-romano, di Nicola Reggiani (ottobre 2019)

6. La papirologia digitale. Prospettiva storico-critica e sviluppi metodologici, di Nicola Reggiani (novembre 2019)

Volumi in preparazione

Asclepio: medicina e culto, di Florian Steger

La trasmissione del sapere medico: linguaggi e idee dai papiri ad oggi, a cura di Alessia Bovo

Greek Papyri from the Egyptian Museum, Cairo, di Nicola Reggiani

I papiri greci ed Erodoto. Per un percorso diacronico e interculturale, di Nicola Reggiani

 

Altre pubblicazioni dell'Insegnamento di Papirologia di Parma

(per disponibilità e acquisti contattare papyrotheke@gmail.com)

Medica-papyrologica. Specimina di ricerca presentati al convegno "Parlare la medicina" (Parma, 5-7 Settembre 2016), a cura di Nicola Reggiani, Parma: Bottega del Libro, 2016, ISBN 9788894171846

I saggi raccolti in questo volume costituiscono specimina delle attività di ricerca di membri del team del progetto DIGMEDTEXT e di relatori invitati a precedenti workshop, a testimonianza delle diverse angolazioni da cui può essere affrontato un discorso scientifico sul testo tecnico (medico, nella fattispecie) e sul suo contesto culturale. In tutti i contributi raccolti, il dato medico-papirologico è al centro di un network stratificato di riflessioni diacroniche e interculturali che in alcuni casi esemplari permette di coglierne i caratteri originari, la sua costante interrelazione con i realia archelogici e i suoi riflessi sulla modernità, e si spinge – sulla scia di una riflessione linguistica che si fa necessariamente e globalmente culturale, antropologica – a lambire mondi più lontani, leggende medievali e saperi orientali.

πολλὰ ἰατρῶν ἐστι συγγράμματα. Scritti sui papiri e la medicina antica, di Isabella Andorlini, a cura di Nicola Reggiani, Firenze: Le Monnier Università, 2017, ISBN 9788800748223

Il volume costituisce la raccolta degli studi che Isabella Andorlini ha dedicato, nell’arco di più di trent’anni di ricerca, alle testimonianze papiracee della medicina greco-romana in Egitto. Articoli ormai introvabili affiancano le ultime pubblicazioni, tracciando variegati percorsi multidisciplinari dedicati alla ricettazione medica antica, alle testimonianze testuali delle pratiche mediche e delle malattie, ai supporti materiali del sapere medico antico, a progetti passati e presenti che idealmente connettono l’iniziale impresa di un Corpus dei papiri greci di medicina ai più recenti risultati del Progetto ERC DIGMEDTEXT per una banca dati online di tali testi, ad alcune tematiche affini quali l’alimentazione, la manifattura tessile e la circolazione dei beni di lusso, sempre attraverso lo specchio dei papiri.

Digital Papyrology I. Methods, Tools and Trends, di Nicola Reggiani, Berlin - Boston: De Gruyter, 2017, ISBN 9783110538519

Since the very beginnings of the digital humanities, Papyrology has been in the vanguard of the application of information technologies to its own scientific purposes, for both theoretical and practical reasons (the strong awareness towards the problems of human memory and the material ways of preserving it; the need to work with a multifarious and overwhelming amount of different data). After more than thirty years of development, we have now at our disposal the most advanced tools to make papyrological studies more and more effective, and even to create a new conception of "papyrology" and a new model of "edition" of the ancient documents. At this turining point, it is important to build an epistemological framework including all the different expressions of Digital Papyrology, to trace a historical sketch setting the background of the contemporary tools, and to provide a clear overview of the current theoretical and technological trends, so that all the possibilities currently available can be exploited following uniform pathways. The volume represents an innovative attempt to deal with such topics, usually relegated into very quick and general treatments within journal articles or papyrological handbooks.

πολλὰ ἰατρῶν ἐστι συγγράμματα. Volume II. Edizioni di papiri medici greci, di Isabella Andorlini, a cura di Nicola Reggiani, Firenze: Le Monnier Università, 2018, ISBN 9788800748216

Il volume raccoglie le edizioni critiche, riedizioni e riconsiderazioni di trenta testi medici greci su papiro, curate da Isabella Andorlini nell’arco di più di trent’anni di ricerca. Frustoli o documenti completi, restituiti alla nostra conoscenza dalle sabbie dell’Egitto e dall’acribia storico-filologica della curatrice, ci offrono in ‘presa diretta’ scorci della scienza medica d’età ellenistica e romana: prescrizioni di medicamenti, ricettari, trattati e manuali terapeutici, perfino frammenti di scritti ippocratici, ci permettono di gettare uno sguardo su prodotti medicinali, malattie e cure, aspetti diversi della teoria e della prassi dei dottori antichi, contestualizzati e approfonditi negli ampi commenti, a variegata testimonianza di un patrimonio culturale e scientifico sempre vivo e attuale. Il volume segue la silloge di Scritti sui papiri e la medicina antica della stessa autrice pubblicata nella medesima collana.

Parlare la medicina: fra lingue e culture, nello spazio e nel tempo. Atti del Convegno Internazionale, Università di Parma, 5-7 Settembre 2016, a cura di Nicola Reggiani, Firenze: Le Monnier Università, ISBN 9788800748476

Il volume raccoglie le comunicazioni presentate all’omonimo convegno internazionale tenuto a Parma nel Settembre 2016 nell’àmbito del Progetto ERC DIGMEDTEXT, coordinato da Isabella Andorlini e finalizzato alla creazione di un corpus digitale dei papiri greci di soggetto medico. Nel solco di un interesse anche linguistico-lessicale e storico per la documentazione papiracea sulla medicina greco-romana e sulla sua trasmissione e ricezione in Egitto, viene qui offerta una panoramica variegata, diacronica e interdisciplinare – ma si potrebbe dire interculturale – sul rapporto fra medicina e istanze linguistiche – le problematiche traduttive, lo sviluppo della micro-lingua tecnica, le questioni comunicative, le contestualizzazioni nella pratica e nella documentazione scritta, la molteplicità delle narrazioni letterarie – tra passato e futuro, a evidenziare quel fil rouge che rende così vive alla nostra sensibilità contemporanea fonti di conoscenza più o meno antiche, ma sempre nuove e attuali.

Digital Papyrology II. Case Studies on the Digital Edition of Ancient Greek Papyri, a cura di Nicola Reggiani, Berlin - Boston: De Gruyter, 2018, ISBN 9783110538526

The ongoing digitisation of the literary papyri (and related technical texts like the medical papyri) is leading to new thoughts on the concept and shape of the "digital critical edition" of ancient documents. First of all, there is the need of representing any textual and paratextual feature as much as possible, and of encoding them in a semantic markup that is very different from a traditional critical edition, based on the mere display of information. Moreover, several new tools allow us to reconsider not only the linguistic dimension of the ancient texts (from exploiting the potentialities of linguistic annotation to a full consideration of language variation as a key to socio-cultural analysis), but also the very concept of philological variation (replacing the mono-authorial view of an reconstructed archetype with a dynamic multitextual model closer to the fluid aspect of the textual transmission). The contributors, experts in the application of digital strategies to the papyrological research, face these issues from their own viewpoints, not without glimpses on parallel fields like Egyptology and Near Eastern studies. The result is a new, original and cross-disciplinary overview of a key issue in the digital humanities.

Greek Medical Papyri - Text, Context, Hypertext, a cura di Nicola Reggiani, Berlin - Boston: De Gruyter, 2019, ISBN 9783110535228

The volume collects papers presented at the International Conference "Greek Medical Papyri - Text, Context, Hypertext" held at the University of Parma on November 2-4, 2016, as the final event of the ERC project DIGMEDTEXT, aimed primarily at creating an online textual database of the Greek papyri dealing with medicine. The contributions, authored by outstanding papyrologists and historians of the ancient medicine, deal with a variety of topics focused on the papyrological evidence of ancient medical texts and contexts. The first part, devoted to "medical texts", contains some new reflections on important sources such as the Anonymus Londinensis and the Hippocratic corpus, as well as on specific themes like the pharmacological vocabulary, the official medical reports, the medical care in the Roman army. The second part collects papers about the "doctors' context", providing highlights from broader viewpoints like the analysis of the writing supports, the study of the ostraka from the Eastern Desert, the evidence of inscriptions and philosophical texts. The third part is entirely focused on the DIGMEDTEXT project itself: the team members present some relevant key issues raised by the digitisation of the medical papyri.