precedente

inizio



papiro ieratico funerario, recto (Botti, tav. XIV) - (c) Museo Archeologico Nazionale di Parma
recto


papiro ieratico funerario, verso (Botti, tav. XIII) - (c) Museo Archeologico Nazionale di Parma
verso

6 (Botti 107). PAPIRO IERATICO FUNERARIO, verso e recto.


Provenienza: Tebe (acquisto? da Giuseppe Schiavi, il 28 maggio 1830); datazione: I sec. d.C. (prima metà?); dimensioni: 13,5 x 20,6 cm


Da Giuseppe Botti, I cimeli egizi del Museo di Antichità di Parma, Firenze 1964, pp. 56-59.



Appartiene al defunto Pihaj, figlio di Senamenothes, ricordato tanto sul rectocome sul versosenza alcun accenno a cariche od uffici da lui ricoperti in vita. Una sola pagina di testo occupa il recto (linee 24); sul verso (tre linee) si legge il titolo, accompagnato da alcune frasi di buon augurio per il suo proprietario. Lo stato di conservazione (...) è buono. Presenta infatti insignificanti rotture in alto, sul margine sinistro, al termine delle linee, e una leggera frattura, poco dopo il principio delle linee 1-3. Il colore è bianco, l’inchiostro d’un nero marcato, omogeneo; la distanza fra linea e linea quasi costantemente di mezzo centimetro. Dall’esplicita menzione della libagione, che il defunto riceve da Amenopet di Djeme, il primo giorno di ogni decade, e delle focacce da Chons-Shu in Tebe, ogni giorno (recto ll. 4-5) risulta chiara la sua provenienza da Tebe. Per i caratteri paleografici si deve ascrivere, se non proprio alla sola prima metà, certo al primo secolo dopo Cristo. Dal registro di acquisti del Museo per gli anni 1823-33, p. 135, figura acquisito, il 28 maggio 1830, con accanto il nome di Schiavi Giuseppe, probabilmente il donatore o venditore, e con l’annotazione che fu spiegato dal prof. Ippolito Rosellini. Quanto al suo contenuto, il papiro non è che un prodotto della letteratura funeraria, fiorita particolarmente a Tebe, fra il primo secolo avanti e il primo dopo Cr., che ama associare variamente fra loro, senza però ripetersi con un ordine prestabilito, elementi staccati dai Testi delle Piramidi, del Libro dei Morti, con frasi e concetti che si incontrano già sulle stele e sarcofagi del Medio e Nuovo Regno, e che ha dato come suo principale esponente il Libro per respirare.


Bibliografia. G. BOTTI, Il Libro per entrare nel mondo sotterraneo e per arrivare nella sala della Verità.— Da un papiro ieratico funerario del Museo di Antichità in Parma. Atti della Società Colombaria fiorentina, anno accademico 1938-39, pp. 1-12, tavv. I-II.


Testo (trascrizione)


papiro ieratico funerario, recto (Botti, tav. XIV) - (c) Museo Archeologico Nazionale di Parma

recto


papiro ieratico funerario, verso (Botti, tav. XIII) - (c) Museo Archeologico Nazionale di Parma

verso


papiro ieratico funerario, recto - foto I. Andorlini - (c) Museo Archeologico Nazionale di Parma

Testo (traduzione)


Leggesi sul verso il Titolo (ll. 1-3):


1) Libro per entrare nel mondo sotterraneo e per arrivare nella sala della Verità. Il libro per respirare di Thoth è la tua difesa; non

2) sarai tu ricacciato dalla sala di Osiris; (ma) farai tu le trasformazioni tutte, come tu desidererai; entrerai tu nel luogo del desiderio (?) del cuore tuo, o osiris Pihaj,

3) nato da Senamenothes (T3-šr.t-(n)-’Imn-ḥtp).

Il Libro è contenuto nel recto (ll. 24):


1) Un’offerta che fa il Re per l’osiris Pihaj, nato da Sen-

2) amenothes, giustificato presso Osiris, Horus, Isis, Nephthys, perché concedano essi un’offerta funebre di pane, acqua....

3) vasi per libazione, vestiti, per il ka dell’osiris Pihaj, nato da Senamen-

4) othes. Ricevi tu la libazione da Amenopet di Djeme (= Amone di Luxor),

5) il primo giorno di ogni decade (e) focacce da Chons-Shu, in Tebe, ogni giorno. Vive l’anima tua

6) nel cielo, presso Rē‘, ringiovanisce il nome tuo, per sempre, in eterno. Quando la Luna risplenderà nella notte,

7) mentre il tuo cadavere è nell’involucro (nel chiuso) della tomba, tu entrerai nel regno dei morti; essendo la voce tua dalla (da parte della) Verità

8) dell’Wts-ḥḥ (il regno dei morti) nella giustificazione. Tu attraverserai la msk.t (località del mondo sotterraneo), mentre gli abitanti della Dat servono (provvedono)

9) di pani l’ỉ3.t-wd‘ (il luogo del giudizio). Saranno a te aperte le due porte verso l’orizzonte occidentale;

10) tu percorrerai la regione dell’orizzonte occidentale con gioia, perché i suoi laghi innanzi a te ti facilitano (insegnano)

11) la strada. Il Wepwawet apre ogni tua via, il regno dei morti è raggiunto col tuo braccio (per forza tua). Arriverai tu

12) alla presenza di Onnophris, giustificato; mentre il tuo davanti è purificato, il tuo dorso lavato, il tuo interno è (reso puro) nel natron-

13) bd. La verità è nel cuore tuo. Non c’è colpa nelle membra tue, non è perfida la tua lingua col mentire, non c’è (contro di te)

14) sdegno del padre tuo, collera (?) della madre tua, ostilità (calamità) tua (verso dite) degli Dei e delle Dee.

15) Tu sei entrato nel mondo sotterraneo, mentre la tua tomba è (intatta) con le cose tue; servirai tu il Dio grande, dentro la bara sua;

16) non sarai tu respinto da ogni luogo che tu ami, (ma) entrerai tu nella sala di Osiris, mentre gli avversari tuoi sono consegnati (alla distruzione),

17) i nemici tuoi sono sulla fiamma, i contrari (gli oppositori) tuoi abbattuti, nella sala della divorazione (?). Volerà

18) l’anima tua verso il cielo presso Rē‘, illumineranno i raggi suoi le membra tue, ringiovanirà

19) il corpo tuo nella Dat presso Osiris. Tu sarai uno fra coloro che riposano; la sepoltura tua è buona,

20) duratura sopra le tue ossa, stabilita sopra le carni tue senza che si guasti. Porge l’Amentet le braccia sue per

21) riceverti, secondo l’ordine della Signora del ndb (la dea Hathor, signora dell’Occidente). Non sarà messa sossopra la tomba tua, non saranno rovinate

22) le bende tue; il tuo capo sarà purificato coi (essendovi i) tuoi capelli, saranno i figli tuoi stabili nella casa tua

23) per la libazione al tuo ka, ogni giorno, mentre tu sarai uno fra i favoriti (i lodati), che sono nel mondo sotterraneo. Non morrà (è morto) col morire,

24) (ma) di nuovo il tuo nome sarà lodato sopra la terra in eterno.

Programma

2014

Catalogo

Biblioteca di Storia / Settore Papirologia